HOME PAGE ASVT

AVVISO DI SELEZIONE PER INCARICHI DI COLLABORAZIONE

L'Archivio di Stato di Viterbo cerca un archivista ed un architetto


Dantedì 2021


FreeZaki     

Patrick George Zaki, attivista e ricercatore egiziano, si trova dall'8 febbraio 2020 in detenzione preventiva al Cairo fino a data da destinarsi. Rischia 25 anni di carcere per alcuni post su Facebook.  L'Archivio di Stato di Viterbo ha ammesso Patrick in sala studio come studioso onorario in attesa del suo ritorno in Italia.

                Logo MiC

   

Riapertura della sala di studio dell'Archivio di Stato

L’Archivio di Stato di Viterbo è aperto al pubblico dal 9 dicembre 2020, su prenotazione da effettuarsi per e-mail con due giorni di anticipo rispetto all'appuntamento richiesto, dal lunedì al venerdì, con orario dalle 9.00 alle 13.00 e nel pomeriggio di martedì dalle 15.00 alle 17.00.
Le visure e le ricerche catastali sono consentite sempre su appuntamento e contingentate compatibilmente con la disponibilità di risorse umane dell’Istituto.
L'utente sarà assistito nella ricerca e dovrà astenersi dal manipolare o anche semplicemente toccare mappe e registri.


L'Archivio di Stato di Viterbo è un organo dell’Amministrazione archivistica del Ministero della cultura. Le sue funzioni ‒ come quelle degli altri istituti archivistici italiani, uno per provincia ‒ sono la tutela, la conservazione e la valorizzazione della documentazione storica preunitaria e postunitaria di natura territoriale.

È l’Archivio Centrale dello Stato che indirizza tali funzioni alla documentazione degli organi centrali dello Stato italiano dal 1860.

Per la parte preunitaria l’Archivio di Stato di Viterbo tutela e conserva la documentazione degli organi territoriali dello Stato pontificio riferiti a Viterbo e alla sua attuale provincia, la documentazione notarile a partire dal Medioevo e gli archivi delle corporazioni religiose soppresse dopo l’Unità. Per la parte postunitaria conserva parimenti la documentazione degli organi territoriali dello Stato unitario e inoltre la documentazione notarile anteriore agli ultimi cento anni.

Custodisce quindi la documentazione degli uffici giudiziari e amministrativi dello Stato, che sono tenuti a versare agli istituti competenti per territorio le carte relative ad attività esaurite da oltre trenta anni o, secondo accordi, documentazione più recente.

Conserva inoltre documentazione di valore storico di enti pubblici non statali e di soggetti privati (famiglie, persone, imprese).

La funzione della tutela è strettamente connessa con il compito di descrivere e riordinare gli archivi ed elaborare gli strumenti di ricerca (guide, inventari, basi di dati) al fine di mettere le fonti a disposizione degli studiosi.

La conservazione implica una corretta manutenzione, il giusto condizionamento delle carte e l’attività finalizzata al loro restauro.

Nell'ambito di una valorizzazione sempre più aperta alle esigenze dell'utenza e per una maggiore diffusione della conoscenza del patrimonio documentario, l'Archivio di Stato di Viterbo organizza convegni, mostre, presentazioni di libri, visite guidate, attività didattica dell'Istituto e nell'Istituto.

 

Palazzo papale. Scorcio da Piazza del Sacrario

Sala mostre e conferenze

ASVT - Sala mostre e conferenze



                                    

Statistiche

News

09/04/2021

AVVISO DI SELEZIONE

Avviso di selezione per il conferimento di incarichi di collaborazioneLeggi

22/03/2021

DANTEDI' 2021

Evento organizzato nell’occasione del settimo centenario della morte di Dante Alighieri Leggi

08/02/2021

PAGOPA PER COPIE E FOTORIPRODUZIONI

Pagamento digitale delle fotoriproduzioniLeggi

22/01/2021

GIORNO DELLA MEMORIA - Mostra documentaria

Inaugurazione mostra documentaria sulla ShoaLeggi

11/01/2021

ANCORA BUONE NOTIZIE DALL'ARCHIVIO DI STATO

200.000 nuove immagini del CatastoLeggi

RSS